FLAT TAX, COS’E’ E COSA SUCCEDEREBBE SE CI FOSSE L’ALIQUOTA UNICA AL 15%

del 22.03.2015

La Lega ripropone l’introduzione della Flat Tax: proviamo a capirne di più spiegando cos'è e leggendo anche l'analisi di chi si oppone

La Lega ripropone l’introduzione della Flat Tax. Una frustata semplificatoria all’ingarbugliato sistema fiscale italiano, ma, secondo i detrattori, le entrate fiscali scenderebbero in modo consistente. La Flat Tax, propone di assoggettare i redditi a una sola aliquota (il 15 per cento per Salvini), al posto dell’attuale sistema di tassazione progressiva che prevede quattro aliquote e una giungla di deduzioni e detrazioni. Eliminando la giungla delle deduzioni e detrazioni, la Flat Tax avrebbe il vantaggio di produrre una drastica semplificazione del sistema tributario e una notevole diminuzione della tassazione. Aliquote più basse potrebbero anche far riemergere fondi oggi detenuti all’estero o nascosti nell’economia sommersa o illegale in Italia. In presenza di una significativa riemersione di capitali in precedenza sottratti al fisco, la riduzione dell’aliquota – nell’intenzione di chi la propone – potrebbe addirittura essere associata a un aumento delle entrate fiscali. Secondo gli economisti di Lavoce.info porterebbe però a minori entrate per lo Stato pari a oltre 70 miliardi di euro.


Ecco il documento politico con cui la Lega Nord propone la Flat Tax

Ecco l’analisi del documento da parte degli economisti di Lavoce.info

Ufficio Stampa Confapi Padova
stampa@confapi.padova.it