Conai: Decisa la diversificazione del contributo per gli imballaggi in plastica

del 23.11.2016

La finalità è di incentivare l’uso di imballaggi maggiormente riciclabili, collegando il livello contributivo all’impatto ambientale delle fasi di fine vita/nuova vita a cominciare dagli imballaggi in plastica, il materiale più complesso per la varietà delle tipologie e per le tecnologie di selezione e di riciclo.

Nel corso del 2015 sono stati condivisi i tre Criteri Guida per la diversificazione contributiva:

  • la selezionabilità,
  • la riciclabilità,
  • il circuito di destinazione prevalente dell’imballaggio quando diventa rifiuto.

Il circuito di destinazione può essere “Domestico” o “Commercio & Industria”. Rientrano negli imballaggi del circuito “Domestico” anche quelli da “Commercio & Industria” sistematicamente assimilati ai rifiuti urbani.

I Criteri Guida sono stati definiti dopo un lavoro di analisi e approfondimento che ha visto un positivo e costruttivo dialogo con le Associazioni dei Produttori e degli Utilizzatori di imballaggi, che ha permesso di condividere le logiche seguite.

Attraverso l’applicazione dei Criteri Guida sono state definite tre categorie di imballaggi in plastica:

  • imballaggi selezionabili e riciclabili da circuito “Commercio & Industria”;
  • imballaggi selezionabili e riciclabili da circuito “Domestico”;
  • imballaggi non selezionabili/riciclabili allo stato delle tecnologie attuali.

Godranno di un’agevolazione sul Contributo Ambientale gli imballaggi selezionabili e riciclabili da circuito “Domestico” e di un’agevolazione maggiore quelli selezionabili e riciclabili da circuito “Commercio & Industria”. Pagheranno un Contributo più alto gli imballaggi che presentano maggiori difficoltà nella gestione del fine vita/nuova vita.

Elenco degli imballaggi agevolati:

In fase di prima applicazione, gli imballaggi rientranti nelle due categorie agevolate sono i seguenti:

Imballaggi selezionabili e riciclabili da circuito «Commercio&Industria»

  • Film estensibile/termoretraibile per pallettizzazione e altri usi
  • Sacchi e Big Bags per usi industriali
  • Boccioni per distributori d’acqua
  • Cassette e Casse/ Cassoni industriali/agricoli, inclusi quelli assoggettati a CIRC 02/07/2012
  • Cestelli portabottiglie, inclusi quelli assoggettati a CIRC 02/07/2012
  • Fusti e Cisternette IBC
  • Taniche oltre 5 Litri
  • Pallet
  • Pluribolle e simili
  • Interfalde
  • Cappucci copri pallet o Big Bag

Imballaggi selezionabili e riciclabili da circuito «Domestico»

  • Bottiglie e Preforme
  • Flaconi
  • Tappi per bottiglie/flaconi
  • Erogatori Meccanici (es. spray pump, trigger, ecc)
  • Taniche fino a 5 litri
  • Shoppers monouso*
    * Confermata l’esclusione dal Contributo Ambientale già prevista per le Borse Riutilizzabili (cabas)

I livelli contributivi:

La definizione del nuovo Contributo Ambientale per gli imballaggi in plastica e delle relative agevolazioni sarà basata sull’impatto ambientale delle fasi di fine vita/nuova vita degli imballaggi una volta che divengono rifiuti.

I nuovi valori contributivi, che verranno definiti in maniera graduale, saranno comunicati almeno 6 mesi prima dell’entrata in vigore del nuovo sistema di dichiarazione.

Guida Tecnica

La Guida Tecnica ha la finalità di illustrare le novità riguardanti l’applicazione, la dichiarazione e l’esenzione del contributo ambientale CONAI per consentire alle aziende di valutare gli effetti sulle procedure gestionali e sui sistemi informativi in uso.

Scarica la Guida Tecnica: Guida_CAC_diversificato

Download the English version of “Technical Guide – Contribution diversification for plastic packaging”: Technical Guide_Contribution_diversification

Quando entrerà in vigore

Nel corso del 2017 è previsto un periodo di test di circa 6 mesi in cui le aziende potranno effettuare la dichiarazione del Contributo Ambientale CONAI usando il nuovo sistema di dichiarazione anche se sarà mantenuto un unico valore del CAC plastica.

In fase di test, eventuali errori di imputazione delle tipologie di imballaggio dichiarate non avranno conseguenze a carico delle aziende.

Aggiornamento delle liste degli imballaggi agevolati:

La selezionabilità e la riciclabilità evolvono nel tempo in funzione dell’evoluzione delle tipologie di imballaggi immessi al consumo e delle modifiche che possono intervenire nell’impiantistica di selezione e riciclo.

Per monitorare tale evoluzione e aggiornare periodicamente l’elenco degli imballaggi agevolati, il Consiglio di Amministrazione CONAI ha istituito un apposito Comitato Tecnico Permanente di Valutazione che, anche con il supporto di esperti di settore, proporrà allo stesso Consiglio le eventuali modifiche alle liste delle categorie agevolate.

Il Comitato Tecnico Permanente di Valutazione è composto da quattro consiglieri CONAI: due espressione dei produttori di imballaggi e due degli utilizzatori.

Fonte: Conai.org

Confapi Padova
Tel. 049 8072273
info@confapi.padova.it